Se sei un manager, avrai sicuramente a che fare ogni giorno con la gestione delle risorse umane. Beh, la gestione del personale non è affatto un compito semplice: si tratta di una grande responsabilità, che richiede competenze estremamente specifiche.

È facile commettere errori significativi nella gestione quotidiana delle persone che lavorano con te, soprattutto perché, molto spesso, la formazione che viene data ai manager in questo campo è davvero inconsistente. L’Università non ti forma per gestire le persone, mentre questa skill è alla base della leadership di un manager aziendale.

I manager di successo apprezzano le persone, riconoscono il loro lavoro e sanno sempre come valorizzare ogni risorsa all’interno di un team. Si, sappiamo benissimo che si tratta di un compito arduo: non è semplice riconoscere le potenzialità di ciascun collaboratore e dargli il giusto spazio per esprimerle al massimo all’interno di un team, se non si ha una specifica formazione su questo.

Per far sì che la tua azienda ottenga il massimo profitto, dovrai impegnarti ad acquisire le competenze trasversali che ti servono per diventare esperto nella gestione di un processo che potenzia e valorizza i collaboratori. Per darti un’idea dell’importanza di questo fattore, ti diciamo che una delle principali cause di dimissioni di un dipendente riguarda il cattivo rapporto con il proprio manager.

In questa guida ti sveleremo i 4 errori più frequenti nella gestione delle human resources (che sicuramente avrai commesso anche tu) e ti spiegheremo come rimediare e come acquisire abilità che farebbero invidia ad un responsabile risorse umane. Iniziamo subito.

Gli errori da non fare per una gestione del personale davvero efficace

Il lavoro del manager è ricco di sfaccettature: ogni giorno ti trovi davanti ad una nuova sfida da affrontare, un nuovo traguardo da raggiungere, un nuovo successo da festeggiare. In questa cornice, il tuo team rappresenta il lasciapassare per il tuo successo: per questa ragione, imparare a coordinare le risorse umane deve essere una priorità per te.

Ecco 4 errori da evitare (e come rimediare, nel caso in cui tu li abbia commessi).

LEGGI ANCHECome motivare un team? Ecco le 5 tecniche per essere un leader migliore

Errore #1 – Mancanza di fiducia

Uno degli errori più comuni nella gestione delle risorse umane è la mancanza di fiducia nei confronti della tua squadra. Tutti i manager dovrebbero partire da una posizione di massima fiducia nei riguardi di un dipendente e questo approccio non dovrebbe cambiare, almeno finché il diretto interessato lo meriti.

Capiamo perfettamente che il tuo lavoro implica delle responsabilità, cui sono strettamente correlati dei risultati da raggiungere: spesso lo stress rischia di prendere il sopravvento, rendendoci estremamente vulnerabili. Lavorando sotto pressione, è facile commettere qualche errore, negando la cieca fiducia ad un collaboratore. Quando i manager non si fidano delle persone e non le lasciano lavorare, l’impatto rischia di essere catastrofico per tutto il team.

🚫 COSA NON FARE? 🚫Controllare maniacalmente l’operato di ogni collaboratore, evitando di lasciare un margine d’errore. Tutti sbagliamo. Far comprendere l’errore è il modo migliore per facilitare un rapido apprendimento. Mettere alla gogna un collaboratore rischia solamente di mortificarlo e di demotivarlo: il crollo della motivazione si traduce in minore produttività.

COSA FARE? Impegnati a tenere un comportamento assertivo e dai massima fiducia ai tuoi collaboratori. Fai percepire loro di vivere in un ambiente sicuro, in cui possono sbagliare, perché fa parte del processo di crescita. Non comportarti come un capo, ma mostrati un leader spronando le persone a dare il loro massimo.

Errore #2 – Mancanza di ascolto

Un altro tipico errore compiuto da chi vuole lavorare con le risorse umane è la mancanza di ascolto delle opinioni e delle necessità dei collaboratori.

L’ascolto attivo è una capacità di gestione critica: per essere un buon manager, dovrai anzitutto comprendere che lo scambio rappresenta un valore aggiunto per la tua azienda e, dopo di questo, dovrai capire come praticarlo efficacemente.

Se le persone si sentono ascoltate, saranno più riconoscenti e si sentiranno importanti. Sapranno che l’azienda per la quale lavorano ha interesse ad ascoltare la loro voce.  Ascoltando avrai molte più informazioni di quante ne potresti ottenere limitandoti ad osservare.

🚫COSA NON FARE?🚫 L’ascolto attivo è un valore prezioso per un manager. Impegnati anzitutto a comprenderne il beneficio. Non mostrarti in una posizione di superiorità rispetto ai tuoi collaboratori. Evita i passaggi di autorizzazione gerarchici e altri blocchi che comunicano alle persone che le loro proposte sono poste a “veto”: si sentiranno sempre meno incentivate a dare un punto di vista.

COSA FARE? Facilita il processo di ascolto. I manager di successo, per prendere le loro decisioni, ascoltano sempre le opinioni del team. Questo è il cuore di una corretta gestione delle risorse umane: l’empowerment dei dipendenti è sinonimo di crescita di un’azienda. Favoriscilo con dei brainstorming di gruppo prima di prendere qualunque decisione.

Errore #3 – Mancanza di chiarezza

Uno dei principi più importanti dell’human resources management é: offri chiarezza se la desideri in cambio. Cosa significa? Vuol dire che se offri input confusi ai tuoi collaboratori, puoi aspettarti solamente output altrettanto confusi. Imparare a comunicare al meglio con il tuo team è fondamentale se vuoi crescere come manager. Essere chiaro sugli obiettivi da raggiungere, sui compiti da svolgere e sulle responsabilità di ognuno è indispensabile per fare un lavoro di qualità.

🚫COSA NON FARE? 🚫Essere poco chiaro sugli obiettivi da raggiungere, fornire linee guida confuse. Se senti spesso rivolgerti frasi come “Non credo spetti a me svolgere questo compito” oppure “Non vedo perché dovrei farlo adesso”, beh…probabilmente sei stato poco chiaro nel fornire al tuo team le informazioni necessarie per il proprio lavoro.

COSA FARE? Metti in chiaro le mansioni e le responsabilità di ciascun membro del tuo team. Mettile per iscritto e distribuiscile alla tua squadra: tutti devono sapere chi è deputato a fare cosa, così da non rischiare incomprensioni. Fornisci sempre obiettivi chiari e misurabili (a proposito, leggi la nostra guida sugli obiettivi SMART per sapere come fare).

Errore #4 – Evitare di affrontare i conflitti nel team

I conflitti all’interno di un team sono (quasi) inevitabili, almeno una volta. Non esiste organizzazione e gestione delle risorse umane senza gestione dei conflitti. Quando c’è un conflitto in atto, è errore comune pensare che questo si risolva spontaneamente, facendo passare un po’ di tempo. Nulla di più sbagliato: quel conflitto mai risolto non farà altro che peggiorare e diventare una bomba pronta ad esplodere.

Basterà una minima incomprensione per rivangare una vecchia ruggine e creare disordine all’interno di un team. Come ben saprai, un team in conflitto è un team improduttivo: per questo è importante riportare l’armonia e creare un ambiente di lavoro sano.

🚫COSA NON FARE?🚫 Lasciare le situazioni appese senza affrontarle, sperando che si risolvano da sole, è un errore. Non si risolveranno mai, a meno che non sia tu a volerle risolvere.

COSA FARE? Prendi in mano la situazione. Ascolta i bisogni, le paure, le richieste del tuo team. Non puntare il dito e non dare giudizi: poniti in una posizione di massima comprensione e di apertura. Lascia che le persone si confrontino apertamente e che si scambino le loro perplessità. Ogni conflitto deve essere chiarito, sempre.

Un Libro Consigliato

Gestione dei collaboratori: come imparare (davvero) con un per-corso

Avere a che fare con un team non è un compito semplice. Tuttavia, se ambisci ad essere un top manager, dovrai imparare a gestire le risorse umane e a trasformare ogni conflitto in una preziosa opportunità.

Per iniziare un cammino di crescita che nessun Master in gestione delle risorse umane potrebbe offrirti, abbiamo pensato ad un vero per-corso, per prepararti a coordinare efficacemente un team.

Il per-corso “Gestione del Team” Be One Lab è perfetto per tutti i manager che desiderano:

  • Migliorare la produttività aziendale
  • Tenersi stretti i talenti e sfruttare al meglio il loro potenziale di crescita per il raggiungimento degli obiettivi aziendali
  • Eliminare le interferenze, azzerando i conflitti e promuovendo un clima di lavoro favorevole e ricco di sinergie
  • Migliorare la comunicazione e la coesione tra membri del team

Se vuoi entrare a far parte di quell’1% di manager che gestiscono efficacemente le risorse umane, traendone il massimo beneficio, inizia ora e investi sul tuo futuro.

Hai le Soft Skills del Manager di Successo?

Valuta il livello attuale delle tue Competenze e delle tue Soft Skills da Manager
con il Report di Be one Lab “Management Skills”.

Per acquisire consapevolezza sugli elementi su quali lavorare per migliorare le tue abilità trasversali.

Scopri di più sul Report Management Skills

Scarica il nostro E-Book Gratuito di Team Building!

Impara a costruire Team di lavoro efficaci ed efficienti.
Scopri le regole e le dinamiche che differenziano un vero Team da un Gruppo di persone.
Segui i 7 passi fondamentali per gestire al meglio il tuo Team.

Iscriviti e Scarica e-book!

Facendo richiesta del nostro E-Book Gratuito accetti di iscriverti alla nostra newsletter e di accettare le relative condizioni sulla Privacy.